Adesso affronto gli sportelli: dentro mi aspettavo peggio, appena un po' di ruggine superficiale ma la struttura e' sanissima ! I pannelli esterni invece, all'interno sono semidistrutti dall'umidita' e dal tempo. La parte interna e' di cartone pressato...marcio !! La struttura superiore che supporta la stondatura della pelle a filo del vetro e' parecchio arrugginita.
Non posso lasciare cosi'....decido di rifoderarli completamente sostituendo il cartone con una struttura di MDF da 4mm, e una volta applicata, resinarla per renderla "invincibile" all'umido!
Una volta aperto il "panino" dei due cartoni, con la levigatrice a "mouse" cerco di rendere la parte interna la piu' liscia possibile e carteggio la parte superiore fino a raggiungere il metallo buono. Ultima passata con carta fine e mano di protezione antiruggine.
Con la sagoma del cartone da eliminare ritaglio sull'MDF la stessa forma.
Poi occorre riportare tutti i buchini e aperture sulla nuova cartella. I fori superiori si devono incastrare in mini-cilindretti ricavati a pressione sulla struttura superiore di ferro, che fermavano il cartone alla lamiera...
..poi ci sono tutte le lamelle a spada da aprire e fare combaciare ai buchi nuovi che ho fatto sulla cartella...non e' per niente facile mettere in squadro il tutto !!
Una volta provato e riprovato, lo duplico per l'altro sportello.
Mi preparo la resina da stendere sul cartone...
...passo una mano di resina anche sul lato da applicare della nuova cartella e posiziono il tutto, poi con morsetti e pesi lascio asciugare la resina.
Il giorno successivo controllo che sia tutto ok e passo una mano di fondo per ulteriore protezione e ..dare anche un aspetto piu' professionale..anche se nessuno la vede !!
Mi pare venuta propio bene, cosi' ho ripristinato la sua originale...penso anche migliorandola come tenuta agli agenti atmosferici !! Ora faccio lo stesso trattamento...alla sorella !!
Ma non e' finita ! Quelle sono solo le parti superiori dove c'e' attaccata la maniglia a cinghia per l'apertura dello sportello...poi c'e' tutta la struttura sottostante, anch'essa rovinata dal tempo e dall'umidita' con molte asole porta tappi per fermarle alla portiera ormai prive di tenuta.
Mi armo di santa pazienza e decido di rinforzare in resina tutta la struttura: preparo i fogli di vetroresina per entrambe le cartelle, poi comincio a resinare e posizionare i pezzi.
Dove il cartone pressato crepato o storto, lo metto in posizione corretta tramite i morsetti da falegname, cosi' quando la resina indurisce il pannello dovrebbe riprendere le sagome originali.
Dopo l'asciugatura della resina. controllo che tutto sia venuto come progettato, poi do una mano di sola resina a tutta la struttura per irrobustirla e impermeabilizzarla, stesso trattamento a quella del lato opposto..
..dopo di che, una passata di carta vetrata grossa, apertura e collaudo dei fori dei tappi, e verniciatura di mano protettiva...e voila' !!
Ora mi dedico alle portiere anteriori, fortunatamente non hanno ruggine, una bella carteggiata con grana medio-fine e una mano di fondo protettivo le fanno ridiventare come nuove.
Passo ad esaminare il baule..
..non ci sono grossi problemi, anche qui una bella cartata dovrebbe essere sufficiente, parto dalla parte superiore, una volta eliminata la vernice nera data a pennello (chissa' perche'...mah!!) riaffiora la sua vernice originale, neanche messa male.
Per il momento mi fermo, il baule lo tengo per ultimo..e' facile e preferisco farlo alla fine! Passo al montaggio dello specchio laterale destro trovato su ebay come accessorio d'epoca, ancora nella sua scatola! Mi sono informato e lo specchio laterale destro veniva fornito come optional solo dal 1973, per il '72 era un accessorio after-market (questo me lo ha detto il fondatore del sito "Boattail riviera by buick" un sito americano ove ci si puo' iscrivere solo mediante il VIN di una Buick Riviera Boat-tail, sono una fonte preziosissima di informazioni !!)
Per me e' un accessorio importante, vista la stazza della vettura, senza specchio destro valutare l'ingombro in fase di manovra e' davvero difficile! Il montaggio lo facevo piu' semplice, mi sono informato anche sulla posizione del montaggio, deve essere alla stessa distanza del sinistro. Il problema sono le modanature all'interno dello sportello...ho dovuto tribolare parecchio per fare un buon lavoro, ho anche costruito una piastrina di alluminio da montare all'interno che fa da supporto per non sforzare la lamiera in corrispondenza dei fori, quando si serrano i dadi dei prigionieri dello specchio.
Poi, visto che mancava la piastrina nera che fa da supporto al fissaggio...me la sono costruita...un po di plastica e il fidato stagnatore....che ci vuole !!!
Ecco fatto !! Sta proprio bene...poi mi accorgo che lo specchio ha anche le righine nere di contorno nelle scanalature esterne...
..ci sono anche nello specchio di sinistra, ma si vede che sono saltate via col tempo. Smonto il sinistro e le rivernicio. Spettacolo !!
Su EBAY sono riuscito anche a trovare il libretto d'uso originale GM del 1972...non potevo non comperarlo ! Passo alle cinture di sicurezza posteriori...erano nascoste sotto al sedile posteriore tra ruggine, pezzi marci di moquette e altre porcherie...erano in uno stato pietoso!
Una delle due non funzionava, l'ho aperta e risistemato la molla, lavate, pulite, eliminata la ruggine, riverniciate..
..puliti ipulsanti di sgancio e ridipinto il logo GM. Mancava una lamella, ricostruite entrambe in alluminio, aggiustato le coperture in plastica tutte rotte...
...ora funzionano e sinceramente non avrei mai pensato di raggiungere questo risultato quando le ho viste la prima volta !
Ora affronto il ripristino del dash, dopo un attento esame....e' in condizioni pietose, quasi irrecuperabile!
A parte le profonde crepe, la pellicola di plastica dura della copertura e' talmente cotta dal sole che, alla minima pressione delle dita crepa !! Le zone forate in corrispondenza degli altoparlanti sono sfondate e marce.
Nella parte dietro smonto gli altoparlanti e i supporti arrugginiti e inservibili.
Tra la scocca portante in plastica e il rivestimento superiore c' un materiale pressofuso che pare spugna dura che si sbriciola al tatto!
La ricostruzione delle parti forate....la vedo molto dura, proprio per il fatto che il materiale a spessore non e' affidabile, potrei fare un panino con copertura in resina sopra e sotto.. ma non sono comunque sicuro di un buon risultato, basterebbe un foro fatto male e tutto il lavoro sarebbe compromesso.
A questo punto...intanto valuto se c'e' posto per il montaggio di due diffusori seri, non le porcherie montate di serie !
Il margine e' minimo...pero' si puo' fare!
Visto che il ripristino esattamente uguale all'originale e' praticamente impossibile, cerco tra le griglie di recupero che ho accumulato in garage negli anni e trovo quelle della mia ex Volvo 460, potrebbero andare..
Comincio col saldatore a verificare la consistenza del materiale, col calore si cuoce, non si scioglie, ma devo riuscire almeno a spianare il bordo delle crepe!
E' un delirio, partono micro-crepe ovunque si tocchi la superficie..
..ma con tantissima pazienza riesco ad aprire le crepe e spianarne i bordi con carta vetrata grossa..
...poi con striscioline di lana di vetro e resina cerco di chiudere le crepe.
Una volta indurito il tutto con la levigatrice a mouse cerco di spianare la superficie.
Si riesce...ma in alcuni punti, a fianco della riparazione, si stanno gia' formando delle micro-crepe.
La zona centrale e' deformata, decido di chiuderla totalmente e spianarla.
Riempo di resina i fori e applico un foglio di resina anche sotto.. piuttosto che vedere una serie di fori aggiustati male e sicuramente non perfettamente allineati come in origine preferisco chiudere tutto...mi dispiace un po' ma questo dash era proprio da buttare...vediamo cosa riesco a fare! Se ne avessi trovato uno originale nuovo o usato ben messo, anche pagandolo una fortuna avrei preferito, magari se un domani lo trovero' lo sostituiro' !
Faccio una colata di resina anche sugli attacchi delle linghette di fissaggio..la sede in plastica dove vengono avvitate rovinata, almeno la irrobustisco un po'. Poi, cercando sul web, trovo questa ditta di Genova specializzata in fogli e resine per imbarcazioni, mando una mail spiegando cosa devo fare, mi rispondono che e' possibile, quindi acquisto on-line un foglio di micro-tessuto e la resina bicomponente.
Applico il foglio su tutto il dash, cercando di copiare esattamente le curve delle griglie di passaggio dell'aria..
..glassata di resina finale..giornata di attesa che il tutto asciughi perfettamente e prima levigata per vedere il risultato: comincio a prendere un po' di speranza, non e' male!
Ritaglio i fori delle griglie di areazione..
..e passo alla parte dietro. Devo valutare come procedere.
Si sbriciola tutto..volevo provare a salvare almeno la parte forata dei laterali...ma purtroppo non credo venga un bel lavoro. Anche i supporti originali sono inutilizzabili.
Torno alla soluzione iniziale, pratico due fori eliminando tutta la marte marcia e applichero' le due griglie circolari.
Intanto cerco di sistemare bene le griglie di areazione, in mezzo c'e' sempre il famoso materiale spugnoso marcio..
Con due o tre passaggi, posizionando il tutto nel modo opportuno, colo la resina tra le due scocche della griglia in modo da rendere solidali le due conchiglie.
Ispeziono bene il tutto, resinando i punti che necessitano di una riparazione..
...poi comincio la costruzione di due supporti in alluminio che si posizionino esattamente negli attacchi originali.
Altro lavorino impegnativo...se si sbaglia una piegatura il supporto e' da buttare. Faccio due dime in cartone, mille misure e alla fine ottengo quello che avevo in mente.
Cambio di progetto: invece di applicare la griglia sopra alla plancia come avevo pensato inizialmente, sfrutto l'intercapedine di spugna per posizionare le griglie in appoggio sul supporto sottostante, in modo che la retina circolare venga perfettamente a filo della superficie del dash senza nessun bordo! Carico di resina il supporto sottostante fino ad ottenere l'altezza giusta.
Bene, ci siamo !
Ora col computer mi stampo due piccole scritte Buick che applichero' alla fine nelle targhette delle griglie dove in origine c'era scritto VOLVO.
Pratico le ferritoie laterali dove andro' ad agganciare i miei supporti in alluminio.
Dovendo sostenere piu' peso era inevitabile trovare un ancoraggio laterale, senza fare altri buchi e usare, come in origine, una sola vite di ancoraggio.
Comincio a vedere la luce, manca ancora un altro po' di resina per accoppiare meglio le griglie al profilo del dash.
Bagno con la resina le due linguette di carta con la scritta BUICK in modo da renderle...anticate. Non potevo lasciare le linguette delle griglie nere, questo e' stato il compromesso migliore che mi sono inventato!
Ecco, sono alla fine, ultima cartata con grana 280 e spero in un buon risultato dopo primer e verniciatura !
In carrozzeria, dopo la prima mano di primer.
In cabina di verniciatura con nero goffrato con elasticizzante..
...non e' esattamente come l'originale, pero' si presenta molto bene e, da come era messo, posso essere soddisfatto !
Ora devo ricostruire i pannelli posteriori, ooviamente anch'essi di cartone marcito !
Solamente lo smontaggio e' un lavoro impegnativo, tutti gli inserti e le cornici sono applicate con lamelle di ferro ribattute (e arrugginite) e il profilo cromato esterno e' fissato con graffette metalliche sul lamierino portante del pannello.
Ora che ho tolto tutto, cerco di riaddrizzare meglio che posso il cartone, poi lo fodero con un foglio di lana di vetro..
...sagomato in un pezzo unico cosi' rimane piu' solido e segue meglio la forma originale.
Dopo una bella glassata di resina li metto ad asciugare.
Sono riuscito a salvare la sotto-copertura verde cosi' decido di mantenere quella, tolgo la ruggine dal lamierino portante e passo una mano di antiruggine nero.
Dopo una carteggiata alla fodera in resina passo una mano di fondo che serve a proteggere anche dagli agenti atmosferici, anche se adesso dovrebbe essere molto meglio che in origine. Faccio tutti i fori per fermare le liguette, pulite e raddrizzate.
Le coperture originali erano secche e rovinate, una era anche forata, le uso come dima per tagliare la nuova copertura che ho acquistato in america, un rotolo di vinile con la stessa trama dell'originale trovato da un rivenditore di ricambi old Buick !
Qui si notano i forellini delle graffette che tenevano in aderenza le cornici cromate...
..questo sistema proprio non mi piace! Faccio quattro fori di 3mm nelle cornici e metto 4 viti inox a testa svasata con relativi dadini, penso sia un metodo piu' valido!
Adesso viene il bello, cerco di capire come sia meglio procedere: la cosa che mi sembra piu' sensata e' quella di centrare le coperture, praticare dal retro i fori con un piccolo punteruolo, e applicare subito gli inserti, cosi' mi tengono gia' fermo il rivestimento.
Poi comincio ad applicare uno strato di bostick sul bordo del retro del pannello e sul bordo del vinile, e cerco di tirare al meglio la copertura, aiutandomi col phon nella piega centrale, che e' la piu' ostica!
Il bordo inferiore lo lascio in posizione aiutandomi con una stecca di alluminio e tre morsetti. A fianco un dettaglio della "grana" originale della copertura.
Anche questi sono pronti...ora posso pulire il tavolo da pranzo usato come banco da lavoro!